Racconti delle strade dei mondi

Il falco

L’inizio della Caduta

 

Jonathan Livingston e il Vangelo

Jonathan Livingston e il Vangelo

L’Ultimo Demone

L'Ultimo Demone

L’Ultimo Potere

L'Ultimo Potere

Strade Nascoste – Racconti

Strade Nascoste - Racconti

Strade Nascoste

Strade Nascoste

Inferno e Paradiso (racconto)

Lontano dalla Terra (racconto)

365 storie d’amore

365 storie d'amore

L’Ultimo Baluardo (racconto)

365 Racconti di Natale

365 racconti di Natale

Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

365 racconti d’estate

Il magazzino dei mondi 2
Febbraio 2023
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

Archivio

Qatar 2022: il peggiore mondiale di calcio di sempre

No Gravatar

Mondiali di calcio Qatar 2022Senza se e senza ma, il mondiale di calcio Qatar 2022 è stato il peggiore di questa competizione da quando esiste. Ormai se n’è parlato a lungo ma i motivi sono risaputi: le migliaia di lavoratori morti per realizzare gli stadi e le strutture per l’evento, i diritti negati alle donne, gli arresti di persone della comunità lgbtqia+, il come viene considerata e trattata l’omosessualità, animali rinchiusi e uccisi.
Oltre a questo, Qatar 2022 ha visto istituzioni del calcio fare finta di niente, uscirsene con discorsi penosi, che scadevano nel ridicolo, appellandosi a pensare solo allo sport; per non parlare delle polemiche per qualsiasi cosa legata alle partite: dai minuti di recupero lunghi come tempi supplementari, alle dichiarazioni di certe figure, ai commenti troppo esaltati per gol realizzati, a certe esternazioni dei commentatori (possibile che con tutti gli occhi del mondo puntati addosso si debba scivolare in uscite dove al posto della nazionalità si usa il termine razza?).
In questi ultimi giorni poi è saltata fuori l’inchiesta per corruzione riguardante alcuni membri del Parlamento Europeo che avrebbero preso soldi per parlare bene di Qatar 2022, oltre a indurre decisioni favorevoli per il Qatar da parte del Parlamento europeo; il che ci riporta a come sono stati assegnati questi mondiali di calcio, dove sono state coinvolte in maniera poco chiara anche figure al di fuori delle istituzioni sportive.
Da anni è sotto gli occhi di tutti che il calcio è una macchina da soldi, un sistema dove girano tanti, troppi soldi, dove si fa di tutto per essi e per mandare avanti uno show che è un business troppo grande per essere fermato. Ma se ancora non fosse chiaro, si è voluto ribadire il messaggio che l’unica cosa che conta è il denato, che con il denaro si può fare di tutto e si può comprare ogni cosa: si è disposti a tutto per i soldi e chi ne ha di più può fare tutto quello che vuole. Questo è l’unico, vero slogan saltato fuori da questi mondiali di calcio e per il quale Qatar 2022 verrà ricordato: il potere dei soldi, la convinzione che con essi tutto è concesso. Il resto non conta nulla.
E proprio per questo, perché non è più una questione di sport, dove di sport e quei valori che dovrebbero essere riconducili a esso non è più rimasto niente, che mi sono rifiutato di vedere quella che non può essere definita una competizione, ma che è stata solo una brutale ostentazione di potere economico; so i risultati e di quanto legato a essi dalle notizie che si leggono sui giornali assieme agli altri fatti che accadono giornalmente visto l’ampio risalto che viene dato alle partite, ma per la prima volta non ho guardato una sola partita mondiale, perché il rispetto è più importante dell’intrattenimento. E a costo di essere impopolare, reputo una fortuna che la nazionale italiana non abbia partecipato a questo show scadente, perché Qatar 2022 è stato il peggiore mondiale di calcio (fino a ora, perché si sa che al paggio non c’è fine: si pensava che con quello in Brasile si fosse fatto male, ma ci si è impegnati per dimostrare che così non sarebbe stato).

2 comments to Qatar 2022: il peggiore mondiale di calcio di sempre

  • Non so cosa pensarne. Per quanto riguarda gli scandali e la corruzione, già nel 2015 si era scoperto un gran giro di mazzette. Ma non so se si debba giudicare il Qatar indegno di ospitare i giochi… considerando il calcio e anche le Olimpiadi, una volta si faceva sport senza guardare troppo i governi e non si pensava ad accogliere o respingere uno stato. Nel 1936 a Berlino la squadra tedesca escluse degli atleti su basi razziali (non che le democrazie europee mancassero di leggi discriminatorie) e le Olimpiadi si fecero lo stesso… Poi con le Olimpiadi di Mosca 1980 arrivò il boicottaggio USA (per protesta contro l’invasione dell’Afghanistan), cui si accodarono molte altre nazioni, tra cui la Germania Ovest.
    Il blocco sovietico reagì boicottando le Olimpiadi di Los Angeles quattro anni dopo. Recentemente, per doping, la Russia si è beccata una squalifica. Lasciando questo caso da parte, direi che negli ultimi decenni si è avuta una polarizzazione che prima non c’era. Chi ha diritto a ospitare dei giochi prestigiosi? Chi non dovrebbe averlo? Perfino nell’allocazione dei gran premi di Formula 1 si fanno questi discorsi. Ma chi ha titolo per decidere che un certo paese non dovrebbe ospitare i giochi olimpici o il mondiale di calcio? Da che pulpito? L’occidente è pulito in termini di diritti umani, diritti dei lavoratori, corruzione, aggressioni militari contro altri paesi?

    Comunque questo mondiale di calcio ha avuto una bellissima finale. Da parte mia, ho visto solo quella, più Francia-Marocco.

    • Tra quelli che hai citato, mi viene da aggiungere lo scandalo che c’è stato per i mondiali di nuoto fatti qualche anno fa in Italia; penso che quando ci siano eventi del genere, dove ci sono grandi investimenti da fare, sia purtroppo quasi inevitabile che salti fuori corruzione, appalti truccati e altre cose poco piacevoli.
      Il Qatar, come paese, non è indegno di averli ospitati; è indegno il modo in cui sono stati attribuiti, sono indegni coloro che hanno usato qualsiasi mezzo per ottenerli: questa è una cosa che non tollero da nessuna parte che sia dell’Occidente, dell’Oriente o di qualsiasi parte del mondo. La mentalità che chi ha dei soldi è superiore agli altri e può ottenere tutto ciò che vuole, è qualcosa che non accetto.
      Se alla corruzione, ci si aggiunge tutto il resto di cui ho scritto, ecco perché mi sono tenuto lontano da questi mondiali: che li abbia visti o meno è stato ininfluente e non cambierà assolutamente nulla, ma lo sport dovrebbe essere intrattenimento e divertimento e questo viene a mancare sapendo tutto quello che è stato legato a questi mondiali. Da ciò la mia scelta di guardare o fare altro.
      (L’Occidente non è esente da colpe, come non lo sono la Russia, la Cina, l’Africa e gli Stati Uniti, ma quello che sta succedendo in Iran ha superato i limiti: è follia pura, proprio come lo fu nella Germania nazista).

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>