Racconti delle strade dei mondi

Il falco

L’inizio della Caduta

 

Jonathan Livingston e il Vangelo

Jonathan Livingston e il Vangelo

L’Ultimo Demone

L'Ultimo Demone

L’Ultimo Potere

L'Ultimo Potere

Strade Nascoste – Racconti

Strade Nascoste - Racconti

Strade Nascoste

Strade Nascoste

Inferno e Paradiso (racconto)

Lontano dalla Terra (racconto)

365 storie d’amore

365 storie d'amore

L’Ultimo Baluardo (racconto)

365 Racconti di Natale

365 racconti di Natale

Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

365 racconti d’estate

Il magazzino dei mondi 2
Aprile 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Archivio

Il coraggio di pensare

Pensare. Una gran cosa. Un elemento che caratterizza e distingue l’essere umano. Ma è qualcosa che si sta perdendo. Brutto da dire, ma è così: si sta perdendo la capacità di pensare. Si pensano a cose sciocche, banali, ci si perde dietro il superfluo. E questa cosa colpisce soprattutto i ragazzi condizionati da tutte le . . . → Read More: Il coraggio di pensare

Social network

Non mi sono mai iscritto a nessun social. Vuoi perché non ne sentissi la necessità, vuoi perché li ritenevo dispersivi, un modo per far perdere tempo, per distogliere l’attenzione da qualcosa che volevo fare mentre ero al computer (scrivere). Non che non perda tempo, d’intoppi, interruzioni o distrazioni ce ne sono sempre, e se alcune . . . → Read More: Social network

Cultura Woke

«Ho 42 anni, arrivai dal Veneto a New York nel 2009 e me ne innamorai subito. Dovevo rimanere per uno stage di pochi mesi, sono ancora qui. Oggi però stento a riconoscerla. In Italia mi considero una progressista, perfino radicale. A New York ora devo scusarmi in continuazione per essere bianca, quindi privilegiata e incapace . . . → Read More: Cultura Woke

I volti dello sport

Lo sport in Italia sta vivendo una pagina luminosa, questo soprattutto grazie al tennis e alle vittorie conseguite negli ultimi tempi da Sinner. Cosa non per niente strana, tanti italiani si sono ritrovati improvvisamente appassionati ed esperti di tennis, alcuni addirittura sono diventati praticanti; il fatto non sorprende, dato che il successo di alcuni in . . . → Read More: I volti dello sport

Un altro anno che se ne va

un altro anno che se ne va

L’anno che se ne va è stato un anno di violenza. Donne uccise come mosche (femminicio è stata scelto per questo come parola dell’anno), fronti di guerra che non fanno che crescere (non bastavano l’Ucraina e i tanti conflitti non menzionati nei tg in Africa, ma ci si doveva aggiungere quelli tra Israele e . . . → Read More: Un altro anno che se ne va

La ragazza che saltava nel tempo

La ragazza che saltava nel tempo

La ragazza che saltava nel tempo è il primo film diretto da Mamoru Hosoda e c’è da dire che la sua è stata una buona prova, seppur ci siano dei punti in cui ci si fanno delle domande. Ma andiamo con ordine. Makoto è una ragazza delle superiori come tante, allegra, spensierata, alle volte un . . . → Read More: La ragazza che saltava nel tempo

Il vento fa il suo giro

Il vento fa il suo giro

«Eddaiiiii! Su, schiva! Più veloce, più veloce!» Tac, tac, tac. «Noooooo, non così…» Tac, tac, tac, tactactactac. «Colpisci! Colpisciiiii!» Tactactactactactactactactac. Aritactactactactactactactac. «Avanti, rincoglionito d’uno Steiner! Dagli il colpo finale! Massacra il mostraccio, bastardo d’un cavaliere! Fagliela vedere a questo cazzone di boss! Massacralo! Massacralooooo!» Tactactactactac.. tactactac… tac…tac… Matteo abbassò il gamepad, osservando con espressione sconvolta . . . → Read More: Il vento fa il suo giro

Un mondo solo per donne

Il rosso, colore simbolo contro la violenza sulle donne

«”Caro, dove andremo quest’anno in ferie?” “Da nessuna parte. Tra il caro bollette, il caro vita, il caro affitti e i tagli allo stipendio, non ci sono soldi per le ferie.” “Proprio non ci sono soldi…?” “No. Mica li posso rubare.” … “Sostegno vittime di violenza? Salve, mio marito non mi rispetta e mi tratta . . . → Read More: Un mondo solo per donne

Casi mediatici

Quanto è successo a Giulia Cecchettin è grave, come lo sono tutti i femminici accaduti, ma va osservato che è divenuto uno dei tanti casi mediatici su cui per un certo periodo si focalizza l’attenzione pubblica. Il risalto che sta avendo questo omicidio è elevato e per questo viene da domandarsi il motivo di tutta . . . → Read More: Casi mediatici