L’inizio della Caduta

Jonathan Livingston e il Vangelo

Jonathan Livingston e il Vangelo

L’Ultimo Demone

L'Ultimo Demone

L’Ultimo Potere

L'Ultimo Potere

Strade Nascoste – Racconti

Strade Nascoste - Racconti

Strade Nascoste

Strade Nascoste

Inferno e Paradiso (racconto)

Lontano dalla Terra (racconto)

365 storie d’amore

365 storie d'amore

L’Ultimo Baluardo (racconto)

365 Racconti di Natale

365 racconti di Natale

Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

365 racconti d’estate

Il magazzino dei mondi 2
Dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Archivio

Strade Nascoste (romanzo)

Strade Nascoste ACQUISTA! E 1.99

L’Ultimo Potere (romanzo)

L'Ultimo Potere ACQUISTA! E 1.99

Ciò che viene dal profondo

Ero ritornato nella valle del Canto del Diavolo perché avevo sentito dire che in fondo a un pozzo, che conoscevo, c’erano delle grotte stupende da esplorare. Un tempo vi scorreva un fiume sotterraneo ma, dopo il terremoto di trenta anni fa, il suo corso era stato deviato, lasciando libero accesso a meraviglie inesplorate. Non capivo . . . → Read More: Ciò che viene dal profondo

Quello che veramente vuoi

Le ruote scorrevano lente sull’asfalto. Teneva la pedalata costante. Su e giù. Giù e su. Una gamba si alzava, l’altra si abbassava. Presto cominciò ad avvertire i benefici dell’attività fisica, sentendo la morsa della mente allentare la presa. I pensieri staccarono i loro artigli, perdendosi alle sue spalle, sospinti lontano dal vento. Dopo qualche chilometro . . . → Read More: Quello che veramente vuoi

La vita è un rimbalzo (versione estesa)

Tac. Il sassolino colpì il bordo di plastica, finendo poi nell’erba. L’uomo sospirò. Ancora una volta non era riuscito a far centro nel bidone della spazzatura. “Un tempo ci sarei riuscito al primo colpo.” «Cos’è che dicevi? Io non sono il più intelligente, non sono il più bravo, ma sono il migliore in quello che . . . → Read More: La vita è un rimbalzo (versione estesa)

La vita è un rimbalzo

Tac. Il sassolino colpì il bordo di plastica, finendo poi nell’erba. L’uomo sospirò. Ancora una volta non era riuscito a far centro nel bidone della spazzatura. “Un tempo ci sarei riuscito al primo colpo.” «Cos’è che dicevi? Io non sono il più intelligente, non sono il più bravo, ma sono il migliore in quello che . . . → Read More: La vita è un rimbalzo

Nuova vita

«Creeremo un muro lungo il confine nazionale, bloccando i migranti che invadono il paese, venendo a rubare posti di lavoro e stuprare le nostre donne. Basta con buonismo e tolleranza: dobbiamo farci rispettare» tuonò il premier davanti ai microfoni. «Presto approveremo una legge dove chiunque potrà avere una pistola: non ci sarà più bisogno di . . . → Read More: Nuova vita

La strada per l'infinito

Il rumore del traffico giungeva ovattato e distante mentre una lieve brezza accarezzava l’erba del campo, facendo sussultare i rami degli alberi. L’uomo seguiva il sentiero, osservando il tappeto di foglie che lo ricopriva. C’era quiete lungo la collina. Accorciò la falcata per godere più a lungo della passeggiata. Raggiunse l’albero caduto che utilizzava come . . . → Read More: La strada per l’infinito

Il pianeta dei venti

Il pianeta dei venti (The storms of Windhaven) è un racconto del 1975 realizzato da Lisa Tuttle e George R.R. Martin. In un pianeta composto da isole e sferzato dai venti, si è sviluppata una civiltà dai sopravvissuti di un’astronave precipitata su di esso e mai più riuscita a ripartire; dopo conflitti interni che hanno . . . → Read More: Il pianeta dei venti

Vita senza fine

Si costrinse ad aprire gli occhi. Li richiuse subito dopo, promettendosi di non aprirli mai più; quello spettacolo andava oltre la sua soglia di sopportazione. Avrebbe voluto sprofondare nel terreno, farsi accogliere dall’abbraccio della terra, con il suo odore umido, con il tocco delle sue radici. Ma questo non era possibile, perché tutto era cemento; . . . → Read More: Vita senza fine

Si è liberi di fare solo la prima scelta

Nascosto dietro la siepe, osservava i bambini giocare nel cortile della scuola. Vederli correre dietro una palla, sentire le loro urla gioiose… per anni erano state una fonte di gioia, anche nei momenti più bui. Come lo erano state le ore in classe a insegnargli la matematica, la storia, la geografia. Un lieve sorriso si . . . → Read More: Si è liberi di fare solo la prima scelta