Il falco

L’inizio della Caduta

 

Jonathan Livingston e il Vangelo

Jonathan Livingston e il Vangelo

L’Ultimo Demone

L'Ultimo Demone

L’Ultimo Potere

L'Ultimo Potere

Strade Nascoste – Racconti

Strade Nascoste - Racconti

Strade Nascoste

Strade Nascoste

Inferno e Paradiso (racconto)

Lontano dalla Terra (racconto)

365 storie d’amore

365 storie d'amore

L’Ultimo Baluardo (racconto)

365 Racconti di Natale

365 racconti di Natale

Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

365 racconti d’estate

Il magazzino dei mondi 2
Gennaio: 2021
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio

Strade Nascoste (romanzo)

Strade Nascoste ACQUISTA! E 1.99

L’Ultimo Potere (romanzo)

L'Ultimo Potere ACQUISTA! E 1.99

Tentativi di peggioramento

No Gravatar

Il caso Electrolux che tanto in questi giorni sta tenendo banco è allarmante e non solo per il fatto che centinaia di lavoratori rischiano di perdere il posto di lavoro (lavoratori degli impianti Electrolux, ma anche dell’indotto che lavora per tale ditta): il tentativo da parte della dirigenza di colpire il contratto e i diritti dei dipendenti è stato molto grave e pesante. Dimezzamento degli stipendi, riduzione dell’orario a 6 ore lavorative, taglio dei 2.700 euro di premio aziendale dell’80%, blocchi dei pagamenti delle festività e degli scatti di anzianità, riduzione di pause e permessi sindacali (-50%): una proposta che subito ha fatto levare la protesta, ad agire contro di essa. Di fronte a ciò, la dirigenza ha subito ritirato la proposta giustificandosi con un tipicamente italiano “avete capito male” e modificando la linea di condotta.
Ma rimane il fatto che il tentativo è stato fatto e se fosse stato accettato e attuato, avrebbe creato un pesante precedente, al quale poi tante altre ditte sarebbero andate dietro (Fiat docet), peggiorando ancora di più la condizione dei lavoratori e di conseguenza il mercato, i consumi, l’economia, rendendo tutto ancora più drastico.
Ancora più gravi sono state le opinioni e i “consigli” dei cosiddetti esperti e della gente legata alla politica che indicavano come l’unica soluzione possibile l’accettazione di quanto proposto dalla dirigenza, asserendo che era meglio lavorare per poco che non lavorare, che bisogna adattarsi, fare sacrifici. Ma i sacrifici li devono fare sempre e solo i lavoratori dipendenti, gli operai, la gente comune, sempre a stringere la cinghia, sempre ad accettare di tutto e a sottomettersi: la gente che dà simili consigli non ha problemi, ha sicurezza economica perché ha stipendi elevati che un lavoratore normale si sogna e non sanno cosa significhi tirare avanti, fare i conti con un sistema sempre più schiacciante che grave sempre sulle loro spalle. Accettare simili proposte significa solo dare il via a un continuo peggioramento delle condizioni di vita, a perdere sempre più diritti, arrivando a lavorare in condizioni di poco migliori della schiavitù, se non uguali.
Finora si è sempre fatto così, da quando sono state immesse le società di lavoro interinale, le decine di tipologie di contratto e la cosiddetta flessibilità: il risultato è stato un peggioramento continuo.
Quanto tempo ancora ci vuole per imparare la lezione?

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>