Jonathan Livingston e il Vangelo

Jonathan Livingston e il Vangelo

L’Ultimo Demone

L'Ultimo Demone

L’Ultimo Potere

L'Ultimo Potere

Strade Nascoste

Strade Nascoste

Inferno e Paradiso (racconto)

Non Siete Intoccabili (romanzo)

Lontano dalla Terra (racconto)

365 storie d’amore

365 storie d'amore

L’Ultimo Baluardo (racconto)

365 Racconti di Natale

365 racconti di Natale

Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

365 racconti d’estate

Il magazzino dei mondi 2

Wikio vote

http://www.wikio.it

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio

Adam Warlock di Jim Starlin

No Gravatar

Adam Warlock - La minaccia di ThanosQualche anno dopo le prime storie di Adam Warlock, Jim Starlin riprese in mano l’uomo-dio creato da Gerry Conway e Gil Kane, realizzando una serie di avventure pubblicate dal 1975 al 1977 su diverse collane che avrebbero gettato le basi per dare il via a la saga dell’Infinito. Starlin non solo fu l’autore di queste storie, ma ne fu anche disegnatore (a parte Spider, Spider on the Moon da Marvel Team Up (vol.1) 55 del marzo 1977, dove la matite spettarono a John Byrne e la sceneggiatura a Bill Mantlo), dando vita a una saga cosmica di grande spessore e dalle molteplici sfaccettature. Negli anni in cui iniziò a lavorare alla Marvel, Starlin ebbe una grande libertà (e non fu l’’unico: il supervisore delle collane era lo stesso scrittore), potendo dare sfogo alla sua inventiva: ispirato da una lezione di psicologia sul controllo della rabbia, creò il suo personaggio più famoso, Thanos, il Matto Titano; influenzato da Michael Moorcock e dall’idea degli eroi reincarnati realizzò le storie di Capitan Marvel narrando le vicende di un guerriero diventato poi personaggio mistico. Con Warlock cambiò le carte in tavola, stravolgendo l’animo messianico di Adam, facendolo divenire un personaggio roso dal senso di colpa e attratto dall’autoannientamento. Niente a che vedere con le edulcorate storie attuali del fumetto, ma un viaggio visionario attraverso i meandri del cosmo e dell’anima.
Fin dalle prime pagine Warlock si troverà coinvolto in una lotta che apparentemente non gli appartiene, accorrendo in aiuto di chi è oppresso dalla Chiesa Universale della Verità, guidata da Magus: quella che doveva essere una dottrina di pace, uguaglianza, amore, si è rivelata essere una tirannia dove regna la disuguaglianza, l’ipocrisia, la discriminazione, dove tutto è obbedienza, pena la persecuzione e la morte. In questo è ben chiara la critica che viene fatta a tante religioni che in nome di un dio o di un ideale hanno imposto il loro volere, assoggettando intere popolazioni, togliendo la libertà agli individui, dove la giustizia e l’equità sono solo parole vuote. Indottrinamento forzato con la violenza o il lavaggio del cervello, conversioni mosse dalla sola paura: queste sono alcune delle spaventose verità che riguardano la Chiesa Universale della Verità, ma non certo la più sconvolgente, dato che essa appartiene al fatto che Magus in realtà è Adam Warlock (Magus in latino significa saggio, stregone, proprio come Warlock in inglese). Adam si troverà coinvolto in un viaggio pericoloso e folle per scoprire la verità di questa realtà, di com’è possibile che lui stesso sia il nemico da sconfiggere; un nemico che domina le galassie da migliaia di anni, prima della sua stessa nascita. Warlock conosce di persona le condizioni di vita dei popoli oppressi, dello stato di schiavitù in cui vivono, di come sono discriminati. Warlock rinnega di essere loro guida, memore di cosa aveva già fatto in passato sulla Contro-Terra e di come erano andate le cose, perché lui non vuole né governare né essere governato; ma non rinuncia a lottare contro gli oppressori perché altrimenti tanti mondi perderebbero la libertà. Per riuscire in questo però dovrà usare i grandi poteri della Gemma dell’Anima che possiede e fare i conti con il prezzo che richiede il suo uso: la Gemma è un’essenza vampirica, con una volontà propria, che risucchia al suo interno le anime di chi sconfigge (non uccidendoli ma neppure lasciandoli vivi), facendole divenire parte di chi la possiede.
Personaggio tormentato e drammatico, Warlock non sarà solo nell’impresa di combattere un immenso impero: al suo fianco avrà Pips il troll e la temibile Gamora, che accorreranno in suo aiuto quando si confronterà con la machiavellica Matriarca e il suo temibile Tribunale. Adam dovrà affrontare una giustizia deviata, che stravolge i fatti e li piega al suo volere, dove ogni equità è negata, resistendo al lavaggio del cervello che gli viene fatto mentre è tenuto prigioniero (ottimamente mostrato nella storia 1000 Clown!, dove tutto è follia e insensatezza per piegare la mente al sistema), fino ad arrivare al confronto con Magus e la verità che ha da rivelargli su di loro. Da salvatore a vampiro dello spirito a folle monarca di mille mondi (dove può fare tutto ciò che vuole al prezzo dell’umanità), Warlock troverà in Thanos un insperato alleato, intervenuto per portare avanti i suoi piani, non certo per compassione o altruismo, dato che Magus è un ostacolo anche per lui. Così, il campione della Vita (Warlock) e quello della Morte (Thanos) si troveranno coinvolti in una lotta che si svolgerà su più dimensioni e tempi.
Ma se nelle storie fin qui narrate (presenti in Strange Tales vol. 1 di febbraio, aprile, giugno, agosto 1975 e in Warlock vol.1 di ottobre, dicembre 1975 e febbraio 1976) Thanos è stato un alleato, in quelle successive (Warlock vol.1 di novembre 1976, Avengers Annual 7 dell’agosto 1977 e Marverl Two in One Annual 2 del dicembre 1977), sarà il nemico da fermare, in cerca di un’offerta per recuperare l’amore di Lady Morte; un’offerta che può essere realizzata solo con il potere di sei potentissime gemme (le Gemme dell’Infinito), perché il suo fine è quello di spegnere ogni stella del cielo. Warlock andrà in soccorso dei Vendicatori e li aiuterà, andando incontro a uno strano destino che getterà le basi per la saga di Il Guanto dell’Infinito.
Il lavoro svolto da Starlin a livello di caratterizzazione del personaggio e di trama è notevole (ma anche i suoi disegni sono molto buoni): si è di fronte a un’opera adulta e matura, precursore di quanto avrebbero mostrato anni dopo Moore e Miller. Storia introspettiva, filosofica, religiosa, di denuncia, di grande complessità e visionarietà, è un viaggio intrigante e appassionante, dove l’immaginazione di Starlin si sbizzarrisce nella creazione di mondi e personaggi (come non ricordare il Ladro di Stelle, l’Intermediario o l’irriverente Pip, la controparte burlesca di uno spesso troppo drammatico e tormentato Warlock). Come già detto, un lavoro notevole per chi avrà voglia di scoprirlo e capire che cosa può dare un fumetto.

1 commento per Adam Warlock di Jim Starlin

Lascia un commento

 

 

 

Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>