Il falco

L’inizio della Caduta

 

Jonathan Livingston e il Vangelo

Jonathan Livingston e il Vangelo

L’Ultimo Demone

L'Ultimo Demone

L’Ultimo Potere

L'Ultimo Potere

Strade Nascoste – Racconti

Strade Nascoste - Racconti

Strade Nascoste

Strade Nascoste

Inferno e Paradiso (racconto)

Lontano dalla Terra (racconto)

365 storie d’amore

365 storie d'amore

L’Ultimo Baluardo (racconto)

365 Racconti di Natale

365 racconti di Natale

Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

365 racconti d’estate

Il magazzino dei mondi 2
Agosto: 2020
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivio

Strade Nascoste (romanzo)

Strade Nascoste ACQUISTA! E 1.99

L’Ultimo Potere (romanzo)

L'Ultimo Potere ACQUISTA! E 1.99

Il Magazzino dei Mondi 3

No Gravatar

Per chi è appassionato di fantascienza, il 16 ottobre a Milano alle ore 13.00, Franco Forte presenterà ufficialmente l’antologia “Il Magazzino dei Mondi 3” alla manifestazione Strani Mondi. Come già per Il Magazzino dei Mondi 2, si tratta di una raccolta di racconti brevi di fantascienza. Anche questa volta un mio racconto è stato selezionato per fare parte dell’antologia; per chi fosse interessato, a questo link è possibile leggere l’anteprima di “Un solo centimetro” e i relativi commenti fatti dagli utenti di WM.

Oppure, per chi fosse interessato solo al testo, riporto qui di seguito l’inizio del racconto.

 

Una macchina, questo io sono. Di quello che ero un tempo, non resta più nulla. Un pezzo alla volta sono stato upgradato. Migliore, hanno detto che sarei diventato. Più veloce, più efficiente. Immune alle malattie, alla fatica, al sonno. Non avrei più dovuto né dormire, né mangiare. Avrei risparmiato tempo per fare altre cose più utili. Più remunerative. 
Mi mancano i sapori del cibo, soprattutto quelli di dolci e frutta. Mi mancano i sogni che facevo la notte; alle volte provo rimpianto anche per gli incubi, che mi facevano provare paura e mi svegliavo grato che quello che avevo vissuto era una finzione. Ora sono sempre sveglio e tutto è una finzione. Tutto è artefatto. 
Tocco il mio viso e sento una superficie liscia, dura e fredda. Non ho più la barba, che tanto mi piaceva. Non ho più nemmeno un capello, né nessun altro pelo. Sono un corpo lucente, perfetto, un inno all’armonia.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>