Racconti delle strade dei mondi

Il falco

L’inizio della Caduta

 

Jonathan Livingston e il Vangelo

Jonathan Livingston e il Vangelo

L’Ultimo Demone

L'Ultimo Demone

L’Ultimo Potere

L'Ultimo Potere

Strade Nascoste – Racconti

Strade Nascoste - Racconti

Strade Nascoste

Strade Nascoste

Inferno e Paradiso (racconto)

Lontano dalla Terra (racconto)

365 storie d’amore

365 storie d'amore

L’Ultimo Baluardo (racconto)

365 Racconti di Natale

365 racconti di Natale

Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

365 racconti d’estate

Il magazzino dei mondi 2
Luglio 2024
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Archivio

Dove sta andando l'editoria?

No Gravatar

In questo periodo sono accaduti fatti in ambito editoriale che hanno fatto levare proteste su decisioni che lasciano perplessi; decisioni che fanno compiere riflessioni verso dove si sta andando e che piega possa prendere il quadro delle case editrici.
Non è facile trovare una risposta, ma non è nemmeno possibile che tutto si debba ricondurre solo a una questione di soldi, dato che il libro è più di un elettrodomestico, di un oggetto inanimato. D’accordo che una casa editrice deve fare utile per sopravvivere e deve valutare il venduto (non solo osservare i resi: perché se un libro vende centomila copie, ma si è fatta una tiratura di un milione, la colpa non è dello scrittore che non è valido, quanto dell’editore che ha fatto valutazioni errate). Purtroppo, come succede in tutta l’imprenditoria, si ritiene che la panacea ai problemi sia il taglio dei costi, senza riuscire a comprendere che per uscire da certi periodi la soluzione è aumentare invece la professionalità e la qualità del prodotto, perché è questo che fa sopravvivere e dà futuro.
Soprattutto va ricordato che lettori e scrittori sono persone, non oggetti da sfruttare, macchine da cui spremere soldi, e vanno rispettate. Come vanno rispettati i valori e le idee che esprimono, perché la libertà d’opinione, sempre nei giusti modi, è un bene prezioso, non qualcosa da condannare e perseguitare, mettendo da parte, cercando di eliminare chi non segue le direttive del potere e dell’adattarsi al sistema (come questo buio periodo storico del nostro paese ha dimostrato in questi anni).
Occorre riflettere su quanto sta accadendo e prenderne coscienza, sapendo che tutti si è responsabili. Occorre che ognuno faccia la sua parte, dia un contributo insieme alle altre persone a cambiare il sistema.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>