Il falco

L’inizio della Caduta

 

Jonathan Livingston e il Vangelo

Jonathan Livingston e il Vangelo

L’Ultimo Demone

L'Ultimo Demone

L’Ultimo Potere

L'Ultimo Potere

Strade Nascoste – Racconti

Strade Nascoste - Racconti

Strade Nascoste

Strade Nascoste

Inferno e Paradiso (racconto)

Lontano dalla Terra (racconto)

365 storie d’amore

365 storie d'amore

L’Ultimo Baluardo (racconto)

365 Racconti di Natale

365 racconti di Natale

Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

365 racconti d’estate

Il magazzino dei mondi 2
Maggio: 2020
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio

Strade Nascoste (romanzo)

Strade Nascoste ACQUISTA! E 1.99

L’Ultimo Potere (romanzo)

L'Ultimo Potere ACQUISTA! E 1.99

Analogie

No Gravatar

Seguo marginalmente il confronto tra Obama e Romney, leggendo saltuariamente le notizie che li riguardano sui giornali. Non so chi alla fine la spunterà, certo è che Romney ha fatto delle dichiarazioni che fanno perdere punti, inimicandosi delle belle fette d’elettorato.
A parte il non condividere le parole dell’avversario di Obama, osservandolo m’è sorta improvvisa un’associazione con Greg Stillson, il candidato al Senato del film La Zona Morta (1983, diretto da David Cronenberg,), tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King. Non conosco tutto il programma di Romney e neppure voglio affermare che è identico al personaggio inventato del film, tuttavia ho la sensazione che entrambi ricalchino la stessa natura. Ambigui, arrivisti, pronti a tutto per il potere, disprezzanti degli altri, che non ascoltano e sono portati a usare la forza, l’imposizione, le misure drastiche, senza vie di mediazione.
Visto ciò a cui gli Stati Uniti sarebbero andati incontro nel film se il protagonista della vicenda non fosse intervenuto, fossi negli americani rifletterei bene prima di dargli il voto. Si tratterà di una semplice impressione, tuttavia, a pensar male si fa peccato, ma…

2 comments to Analogie

  • Sinceramente penso che alla fine tra democratici e repubblicani i partiti USA siano molto simili, sebbene dipinti in modo molto diverso per fare spettacolo pop a beneficio delle masse. Nel passato, quando la situazione lo richiedeva, i repubblicani hanno fatto delle scelte liberali o “di sinistra” che oggi i democratici non si sognerebbero nemmeno…

    • Vedo Romney molto simile a Bush. E Bush si è visto quello che ha fatto.
      Certo è che con le sparate su poveri, donne e quant’altro, di punti ne ha persi: denota poca intelligenza (e rispetto).

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>