Jonathan Livingston e il Vangelo

Jonathan Livingston e il Vangelo

L’Ultimo Demone

L'Ultimo Demone

L’Ultimo Potere

L'Ultimo Potere

Strade Nascoste

Strade Nascoste

Inferno e Paradiso (racconto)

Non Siete Intoccabili (romanzo)

Lontano dalla Terra (racconto)

365 storie d’amore

365 storie d'amore

L’Ultimo Baluardo (racconto)

365 Racconti di Natale

365 racconti di Natale

Il magazzino dei mondi 2

Il magazzino dei mondi 2

365 racconti d’estate

Il magazzino dei mondi 2

Wikio vote

http://www.wikio.it

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio

Le mappe del cielo

No Gravatar

Le mappe del cielo Le mappe del cieloè un romanzo di fantascienza di James Blish del 1971. Il tema è di quelli visti più volte: il pianeta sul quale si sta vivendo sta diventando invivibile e scomparirà prima dei tempi previsti (il sole di quel sistema sta per esplodere). I piani originali devono essere modificati e una flotta di astronavi, con a bordo una parte della popolazione, deve salpare alla ricerca di un altro sistema dove non far estinguere la specie; non mancherà il tentativo disperato di chi deve restare d’impossessarsi delle astronavi, ma il viaggio comincerà lo stesso. Un viaggio che durerà decine di anni, che vedrà chi è partito invecchiare e morire, lasciando il posto a una nuova generazione. In due occasioni verranno trovati dei pianeti adatti alle esigenze, ma per errore di valutazione o per la natura avversa, saranno abbandonati. La Javelin, l’astronave su cui viaggia Jorn, il protagonista, alla fine giungerà a trovare quanto cercato, anche se ad alcuni ormai non importa più.
Le mappe del cielo non immette nulla di nuovo nel panorama fantascientifico conosciuto: il sistema del paese d’origine dei personaggi è governato da un matriarcato e gli uomini hanno per animali domestici un parassita rettile che vive a contatto con la loro pelle per colmare il vuoto che le donne con il loro modo di comportarsi hanno creato; c’è il viaggio tra le stelle, la solitudine e la desolazione del viaggiare verso una meta che non si sa se si troverà. Niente a che vedere con autori del calibro di Asimov (tanto per citarne uno) che hanno saputo dare un’impronta al genere, ma una lettura scorrevole, piacevole e veloce (il romanzo è di 150 pagine).